giovedì 13 dicembre 2018

Da Buffalo Bill a John Wayne. A Firenze il primo museo della massoneria/FOTO

Caterina Gentileschi

 

 La scheda di John Wayne, interprete preferito dal regista John Ford, è stata firmata il 24 giugno 1970. La domanda venne presentata e accettata nella loggia numero 56 di Phoenix, capitale dell'Arizona. L'attore fornì le generalità dei genitori, quelle della moglie, dei figli e rispose a domande sul suo stato di salute. In quell'anno, il 1970, John Wayne, fratello di sangue di molte tribù indiane, chiamato Grande soldato dai Navajos, raggiunse il culmine della popolarità vincendo l'unico Premio Oscar della sua carriera con Il Grinta.

BUFFALO BILL E DAVID CROCKETT. Accanto a questo eroe di celluloide - che sulla diligenza di Ombre Rosse ci ha portato lungo i Sentieri Selvaggi, a Forte Apache e ad Alamo e ci ha fatto divertire con Un uomo tranquillo - ci sono le foto dei veri leggendari protagonisti dell'epopea western: David Crockett, Buffalo Bill, Samuel Colt, inventore della pistola a tamburo, il generale Grant e il generale Custer. C'è anche la foto di Kit Carson, non il compagno di Tex Willer, ma il vero uomo della Frontiera: esploratore, cacciatore, guida, agente indiano che si rifiutò di uccidere gli uomini e di catturare le donne. Facevano parte delle prime logge massoniche americane.

LA MASSONERIA IN AMERICA. Quella del Minnesota, per esempio, - il cui stendardo è conservato nel Museo - si chiamava Ordine degli Uomini Rossi ed era nato per tutelare proprio gli indiani. Non a caso sullo stendardo rosso, conservato al Museo, è raffigurato un pellerossa a cavallo. La massoneria negli Stati Uniti ha continuato ad avere una grande tradizione e un enorme seguito. Sulla banconota da un dollaro da un lato c'è l'immagine del Presidente americano George Washington e dall'altro c'è il "Gran Sigillo" simbolo della massoneria. E' una piramide tronca, in cima alla quale c'è l'occhio di Dio che tutto vede. Quel biglietto verde è pieno di numeri e di simboli. Contiene anche un voluto errore di ortografia. Vi è scritto: "Novus ordo seclorum" invece di "Novus ordo secolorum".

LA SIMBOLOGIA MASSONICA E IL DOLLARO. Lo sbaglio serve a sottolineare che la frase è composta da 17 lettere, anziché 18 che rappresenta il Perfetto Ordine Celeste. Questo è il primo Museo italiano di Simbologia Massonica. Custodisce oltre diecimila oggetti provenienti da tutto il mondo. Sono abiti, grembiuli, fasce, bicchieri, bottiglie, porcellane, spille, cravatte, timbri, foto, manifesti, documenti, libri, diari, schede di iscrizione, diapositive in vetro, lanterne magiche. L'oggetto più vecchio è un grembiule francese, simbolo principe del lavoro del massone, che risale alla fine del 1700, fu sepolto durante la seconda guerra mondiale per nasconderlo ai nazifascisti. Il nucleo principale è stato raccolto negli Stati Uniti, Canada, Messico, Cile, Cuba, Sud Africa, Francia, Inghilterra, Scozia, Irlanda e , naturalmente, in Italia.

{phocagallery view=category|categoryid=370|limitstart=0|limitcount=0}

 

IL MUSEO FIORENTINO. Al pian terreno del Museo della Simbologia Massonica ci sono immagini e documenti di scrittori, poeti, musicisti, pittori, politici, eroi che hanno combattuto per il proprio paese: dagli artefici della rivoluzione francese ai leggendari pionieri del West, dai protagonisti del nostro Risorgimento fino ai famosi attori del cinema. Al piano superiore sono stati ricostruiti nei minimi dettagli il Gabinetto di Riflessione, luogo dove si inizia a compiere i primi passi, ed una loggia capace di ospitare una quindicina di fratelli.

28 febbraio 2012
articoli correlati

Morte Astori, indagati due medici

Svolta nell'indagine: la procura di Firenze ha iscritto nel registro degli indagati i due medici, di Firenze e Cagliari, che si sarebbero occupati della visita per l'idoneità sportiva del capitano viola, morto improvvisamente lo scorso 4 marzo. Per loro l'accusa è di omicidio colposo

Emergenza a Villamagna (per esercitazione) foto

A Bagno a Ripoli 100 volontari sono stati coinvolti in tre giorni di esercitazione di protezione civile organizzata dalla Misericordia di Badia a Ripoli

Maxi esercitazione a Bagno a Ripoli

Un test per la macchina dei soccorsi e per la protezione civile. Tra Villamagna, Antella e Grassina un'esercitazione organizzata dalla Misericordia di Badia a Ripoli
quartieri di firenze
Primo piano

Sant'Orsola, Nardella assicura: "Non diventerà un polo del cibo"

"Il polo del food c'è già, è il Mercato centrale", ha detto il sindaco intervenendo al dibattito aperto sul futuro dell'ex convento organizzato dall'Ordine degli architetti. "La nuova Sant'Orsola servirà alla promozione economica e culturale della città"
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

Natale nei musei di Firenze (con i bambini)

Le attività per le famiglie organizzate nei luoghi d'arte della città. Ecco i musei di Firenze che propongono visite speciali a misura di bambino durante le vacanze natalizie

Le scuole si presentano 2018: a Firenze ''open day'' per 38 istituti superiori

Licei, istituti tecnici e professionali. Nella palestra di viale Malta quasi 40 scuole superiori di Firenze si mettono in mostra per il salone di orientamento promosso dal Comune

Dodici giorni davanti al pubblico: nuova "re-performance" di Marina Abramovic

Vivere in isolamento e digiuno all'interno della mostra, senza pareti e sempre visibile ai visitatori. La performer Tiina Pauliina Lehtimäki esegue dal vivo "The House with the Ocean View" di Marina Abramovic fino al 16 dicembre

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina