lunedì 16 luglio 2018

Su ponte alla Carraia spunta una gru e il suo nido (di legno)

Niente tavolozza, ma viti e un trapano elettrico. Il Sedicente Moradi: ecco chi è lo street artist di Firenze che crea sculture con materiale di recupero, come rami secchi e foglie. L'intervista
Street artist Firenze - Il sedicente Moradi

All’inizio è comparso un “Tuffatore” di legno sulla pescaia di Santa Rosa. Poi è arrivato “L’uomo dell’autunno” alla rotonda Brunelleschi. E ancora: una sagoma antropomorfa in via del Campuccio creata con i “resti” della storica grandinata a Firenze; un cervo ligneo sulla pescaia che guarda Borgo Ognissanti; un orso in piazza Tasso realizzato con rami e foglie. 

Infine – nella notte tra lunedì 5 e martedì 7 ottobre - una gru ha fatto il suo “nido” su uno degli speroni di ponte alla Carraia (guarda la nostra gallery).

Dietro c’è sempre la stesa mano: un artista, che alle gallerie d’arte ha preferito la strada per mettere in mostra le sue creazioni. Fiorentino, 34 anni, vive in Oltrarno, si nasconde dietro uno pseudonimo: Il Sedicente Moradi.

Chi è il Sedicente Moradi

Alle spalle ha una formazione classica all’Accademia delle Belle Arti, tiene a precisare, ha iniziato come fumettista, in seguito è diventato pittore e infine uno scultore. Dalla scorsa primavera gira per Firenze con i ferri del mestiere. Niente tavolozza e pennello: il Sedicente Moradi nel suo zainetto ha una sega a mano, delle viti, un trapano elettrico. Crea le sue sculture con materiali di scarto, rami, foglie, arbusti, lasciati dalle potature o dopo la violenta grandinata di fine estate.

“È un materiale che mi piace molto, mi ispira – racconta - se vedo un pezzo di legno, un ramo tagliato so subito che figura può evocare. In qualche modo il legno mi parla. È creativo”. Da 15 anni realizza opere artistiche, adesso si guadagna da vivere creando pezzi unici di arredamento (“Con l'arte soltanto non si arriva a fine mese”, dice ridendo). Solo da una manciata di mesi dietro consiglio di Clet  - il celebre street artist dei cartelli stradali – ha scelto le vie e le piazze della città per la sua "mostra personale".

Perché è diventato uno street artist

“A darmi uno stimolo è stata soprattutto la voglia di uscire dallo studio, la noia del circuito delle gallerie d’arte e il bisogno di vedere la reazioni vere delle persone – spiega – quando lavoro in strada mi avvicinano molti e le risposte che ho avuto sono state sorprendentemente positive. Firenze è una cornice perfetta per le opere d’arte, uno studio perfetto, una grande incubatrice artistica”.

Street artist Firenze - Il sedicente Moradi, murales Madonna San Giusto

Foto: Il Reporter - GC

Il murales “delle Bagnese”

Una delle "recensioni" positive è arrivata per il murales che ha creato al confine tra Firenze e Scandicci, all’incrocio tra via di Torregalli, via del Ponte a Greve e via delle Bagnese: una Madonna con bambino (e tubo rosso). “La padrona di casa ha mandato via i muratori che stavano per chiudere il buco e mettere a posto il muro, per lasciare l’opera lì dov’era - racconta con orgoglio Il Sedicente Moradi - non ho mai avuto degli apprezzamenti di questo genere quando esponevo in galleria”.

7 ottobre 2014
articoli correlati

Dario Ballantini e la sua mostra

Il celebre imitatore inaugura una personale a Cerreto Guidi e per l'occasione si esibisce anche in piazza per 'Da Balla a Dalla'

Open Day all’Istituto degli Innocenti

Due itinerari di visita gratuiti  per famiglie alla scoperta del mondo delle balie e dell’accoglienza 

Cosa c’è al Salone dell’arte e del restauro 2018

Anche i beni culturali diventano hi-tech. Se ne parla a Firenze in una tre giorni dedicata al restauro ma anche al turismo culturale e ambientale
quartieri di firenze
Primo piano

Parte la tramvia per Careggi, 15 giorni gratis

Lunedì 16 luglio parte ufficialmente la linea 3 (ora T1 Leonardo). La mappa delle fermate, gli orari, i percorsi e i biglietti. E un piccolo "regalo": per i primi 15 giorni si viaggia gratis sulla nuova tratta
news
Zoom
Agenda
Sotto le stelle
Area metropolitana
Focus

Il Florence Folks Festival balla alla Manifattura Tabacchi

Per la prima volta la balera più movimentata di Firenze arriva nella Manifattura Tabacchi: 4 giorni di concerti e iniziative a ingresso libero per il festival che unisce tradizione e contemporaneità

Come cambiano i percorsi dei bus Ataf con le nuove linee della tramvia

Un bus viene soppresso, nascono 3 nuovi collegamenti mentre altri 9 cambieranno capolinea. Novità anche per le fermate dei pullman extraurbani. Linea per linea tutte le modifiche al servizio Ataf

Scegli la piscina all’aperto di Firenze che fa per te

Dimmi chi sei e ti dirò che vasca fa per te. Costi, servizi e novità delle  piscine all’aperto di Firenze, tra la 'Watermania' di un campeggio nuovo di pacca e l'aperi-yoga balneare

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina