lunedì 21 agosto 2017

Su ponte alla Carraia spunta una gru e il suo nido (di legno)

Niente tavolozza, ma viti e un trapano elettrico. Il Sedicente Moradi: ecco chi è lo street artist di Firenze che crea sculture con materiale di recupero, come rami secchi e foglie. L'intervista
Street artist Firenze - Il sedicente Moradi

All’inizio è comparso un “Tuffatore” di legno sulla pescaia di Santa Rosa. Poi è arrivato “L’uomo dell’autunno” alla rotonda Brunelleschi. E ancora: una sagoma antropomorfa in via del Campuccio creata con i “resti” della storica grandinata a Firenze; un cervo ligneo sulla pescaia che guarda Borgo Ognissanti; un orso in piazza Tasso realizzato con rami e foglie. 

Infine – nella notte tra lunedì 5 e martedì 7 ottobre - una gru ha fatto il suo “nido” su uno degli speroni di ponte alla Carraia (guarda la nostra gallery).

Dietro c’è sempre la stesa mano: un artista, che alle gallerie d’arte ha preferito la strada per mettere in mostra le sue creazioni. Fiorentino, 34 anni, vive in Oltrarno, si nasconde dietro uno pseudonimo: Il Sedicente Moradi.

Chi è il Sedicente Moradi

Alle spalle ha una formazione classica all’Accademia delle Belle Arti, tiene a precisare, ha iniziato come fumettista, in seguito è diventato pittore e infine uno scultore. Dalla scorsa primavera gira per Firenze con i ferri del mestiere. Niente tavolozza e pennello: il Sedicente Moradi nel suo zainetto ha una sega a mano, delle viti, un trapano elettrico. Crea le sue sculture con materiali di scarto, rami, foglie, arbusti, lasciati dalle potature o dopo la violenta grandinata di fine estate.

“È un materiale che mi piace molto, mi ispira – racconta - se vedo un pezzo di legno, un ramo tagliato so subito che figura può evocare. In qualche modo il legno mi parla. È creativo”. Da 15 anni realizza opere artistiche, adesso si guadagna da vivere creando pezzi unici di arredamento (“Con l'arte soltanto non si arriva a fine mese”, dice ridendo). Solo da una manciata di mesi dietro consiglio di Clet  - il celebre street artist dei cartelli stradali – ha scelto le vie e le piazze della città per la sua "mostra personale".

Perché è diventato uno street artist

“A darmi uno stimolo è stata soprattutto la voglia di uscire dallo studio, la noia del circuito delle gallerie d’arte e il bisogno di vedere la reazioni vere delle persone – spiega – quando lavoro in strada mi avvicinano molti e le risposte che ho avuto sono state sorprendentemente positive. Firenze è una cornice perfetta per le opere d’arte, uno studio perfetto, una grande incubatrice artistica”.

Street artist Firenze - Il sedicente Moradi, murales Madonna San Giusto

Foto: Il Reporter - GC

Il murales “delle Bagnese”

Una delle "recensioni" positive è arrivata per il murales che ha creato al confine tra Firenze e Scandicci, all’incrocio tra via di Torregalli, via del Ponte a Greve e via delle Bagnese: una Madonna con bambino (e tubo rosso). “La padrona di casa ha mandato via i muratori che stavano per chiudere il buco e mettere a posto il muro, per lasciare l’opera lì dov’era - racconta con orgoglio Il Sedicente Moradi - non ho mai avuto degli apprezzamenti di questo genere quando esponevo in galleria”.

7 ottobre 2014
articoli correlati

'Icché Ci Vah Ci Vole' a Villa Favard

Per 3 giorni musica live, teatro itinerante, street art e arti figurative. ‘Icchè Ci Va Ci Vole’ è un festival organizzato da volontari e realtà associative per valorizzare spazi dimenticati

L’arte pubblica in un convegno, alla Palazzina Reale

Appuntamento con ''Arte pubblica oggi. Storie e prospettive'', un ragionamento a tutto tondo sull'arte pubblica, il suo stato di salute e le possibili strategie

Proiezioni e giochi di luce, Firenze si illumina con F-light

Una nuova edizione per il festival, che inizierà con l'accensione del grande albero di Natale in piazza Duomo
quartieri di firenze
Primo piano

Attenti alla pulizia strade dopo Ferragosto

Dopo lo stop di 15 giorni, a Firenze riparte il servizio di lavaggio strade, con i consueti divieti di sosta notturni
news
Arte
Estate in città
Musica
Open air
Focus

Cinema all’aperto a Villa Vogel (con tante risate)

3 serate per rivedere 3 classici della comicità toscana insieme ai protagonisti dei film, con un premio speciale a una signora della risata. A curare la rassegna, a ingresso libero, Andrea Muzzi

Aperitivo panoramico a Firenze: le migliori terrazze con vista foto

Hotel a 5 stelle, roofgarden, top bar e terrazze da bere: la nostra guida 2017 all'aperitivo con vista mozzafiato su Firenze. Tutte le informazioni utili: prezzi, orari e consigli

Contributo di bonifica, cos’è e chi deve pagarlo video

6 domande e (6 risposte) sul tributo che sta facendo discutere. Tra Firenze, Prato e Pistoia sono arrivati i primi avvisi di pagamento del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina