domenica 17 dicembre 2017

Oblate, via ai lavori del secondo lotto

Diventerà una delle biblioteche più grandi d'Italia, con una superficie riservata ai libri che sarà raddoppiata, dai 2mila attuali a 4mila metri quadri. Oggi l'inaugurazione del secondo dei quattro cantieri previsti
Andrea Tani

Diventerà una grande e moderna biblioteca a scaffale aperto, sul modello delle maggiori realtà europee e una delle più grandi in Italia, con la superficie adibita ai libri che presto verrà raddoppiata dagli attuali 2.000 a 4.000 metri quadrati. Viene inaugurato oggi il secondo lotto del progetto “Grandi Oblate”, destinato a cambiare il volto della biblioteca di via dell'Oriuolo.

Nuova sala conferenze

I lavori del secondo lotto, finanziati dall’Ente Cassa di risparmio di Firenze, costeranno un milione di euro e riguardano la realizzazione di una nuova sala conferenze da 200 posti al piano terra, dove si trova attualmente il Museo Firenze com’era, e una sala accoglienza, sempre al piano terra, pensata secondo nuovi criteri di accesso, controllo dei flussi, orientamento e servizi informativi di base. Qui verrà collocato l'affresco della Porta al Prato, staccato e restaurato, al quale presto potrebbero essere affiancati altri affreschi provenienti dall’interno delle porte storiche della città. Verrà poi riorganizzato il patrimonio librario contemporaneo al primo piano e inaugurata una nuova sezione scientifica e tecnica al secondo piano, nella ex sezione bambini.

Quattro lotti, quasi 3 milioni

Il progetto “Grandi Oblate” prevede quattro lotti di lavori per spostare altrove gradualmente le funzioni estranee alla biblioteca e rimodulare gli spazi in modo da valorizzare al massimo la funzione libraria insieme all’importanza culturale e sociale del complesso per l'intera città. L’importo complessivo dei lavori è di 2.750.000 euro, di cui due milioni finanziati dall’Ente Cassa di Risparmio di Firenze. Il primo lotto dei lavori è già stato ultimato ha permesso il recupero dell’ex ala romana del Museo Firenze com’era (già trasferito, col nuovo nome di ‘Tracce di Firenze’, al piano terra di Palazzo Vecchio nel marzo 2012), destinandola alla nuova “sezione bambini e ragazzi”.

Via al secondo lotto

All’inaugurazione del secondo lotto, prevista oggi alle 17, sarà presente il sindaco Dario Nardella. Seguirà un concerto della filarmonica Giuseppe Verdi diretta dal maestro Orio Odori e la lettura animata con marionette ‘Dante in biblioteca: percorso infernale!’, a cura dell’associazione Culturale Teatrolà, mentre alle 19 ci sarà la visita guidata alla biblioteca a cura dell’associazione culturale Akropolis.

3 giugno 2015
articoli correlati

La Firenze di Marco Vichi 'non è roba per turisti'

Anche per scrivere, ci vuole tanto allenamento, come per correre i 100 metri. Parola di Marco Vichi. Il Reporter intervista il 'padre' del commissario Bordelli

La Villa del Bandino si tinge di giallo

Storie amorose clandestine, un cunicolo sotterraneo in via del Paradiso e crimini: in un libro del giovane Lorenzo Andreaggi la storia e i segreti del più antico edificio di Gavinana

Anche biblioteche vanno in ferie

Chiusure “a scacchiera” durante questi mesi estivi per le biblioteche di Firenze. Il calendario per non farsi trovare impreparati
quartieri di firenze
Primo piano

I mercatini di Natale da non perdere a Firenze durante il weekend

Solidale, vintage, glamour o a km 0? Dal centro alla periferia, sono tanti i mercatini di Natale dove fare shopping questo fine settimana a Firenze. Mini guida con tutte le date e gli orari
news
Newsletter il Reporter Firenze - iscriviti
Focus
Agenda
Editoriale
Green
Focus

Studenti-cantanti e un cd contro la violenza di genere video

Per il progetto 'Mai in silenzio: la musica contro la violenza di genere' 60 studenti di 6 licei toscani hanno realizzato un disco con sei brani musicali sul tema, grazie all'aiuto di tutor d’eccezione

Capodanno 2018: Firenze in piazza con Meta, Morgan e Gualazzi

Tris di nomi per il concerto al piazzale Michelangelo. Il countdown per il Capodanno 2018 a Firenze si passerà in piazza, dall'Oltrarno a Gavinana

Lorenzo Baglioni e Sanremo: ‘No alle domande sul congiuntivo’ video

Il cantante e attore toscano è tra i giovani finalisti che si giocheranno la partecipazione a Sanremo 2018. Suo malgrado, abbiamo sottoposto Lorenzo Baglioni a un test di congiuntivo

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina