mercoledì 18 ottobre 2017

''Oltre le frontiere'', a Firenze il Festival delle Generazioni

Da giovedì 13 a sabato 15 ottobre Firenze si trasformerà in un'agorà: nonni, genitori, figli e nipoti sono chiamati a partecipare alla terza edizione del festival promosso dalla Fnp, sindacato dei pensionati della Cisl
Elisa Squarzolo
Il Festival delle Generazioni

Rapporto generazionale in primo piano per un festival all'insegna del superamento delle frontiere, non solo geografiche ma anche, e soprattutto, mentali. Da giovedì 13 a sabato 15 ottobre Firenze si trasformerà in un'agorà per l'incontro e il confronto tra il ricordo del passato e la vivacità del presente.

la III edizione del Festival delle Generazioni

Nonni, genitori, figli e nipoti sono chiamati a partecipare alla III edizione del Festival delle Generazioni intitolato “Oltre le frontiere: generazioni e culture”, promosso dalla Fnp, sindacato dei pensionati della Cisl. È solo attraverso la presa di coscienza dell'importanza dell'esperienza del passato – viene spiegato - che si può costruire un mondo nuovo e migliore, dove i giovani avranno la possibilità di dare forma ai propri sogni e aspirazioni, nel pieno rispetto delle altre culture.

Cultura come culto del passato per la costruzione di un presente ricco di possibilità. Ma cultura anche come macrotema attorno al quale ruotano intorno gli eventi del festival in cui “parleremo di integrazione e solidarietà, di diritti umani e di scienza, di ricerca e felicità, di salute e record sportivi, di comunicazione, cultura, formazione e futuri condivisi”, come ha spiegato la direttrice artistica Francesca Zaffino.

il calendario

Il festival propone un calendario ricco di eventi ai quali parteciperanno oltre 150 ospiti, dai sindaci di Lampedusa e di Firenze, Giusi Nicolini e Dario Nardella, agli scrittori vincitori dei premi Strega e Campiello. Tanti gli ospiti di spessore che animeranno la manifestazione, dal costituzionalista Michele Ainis all'atleta olimpica Ayomide Folorunso e la paralimpica Martina Caironi, da Sergio Rizzo alla giovane scrittrice Chaimaa Faithi, fino a giungere al sociologo di fama mondiale Zygmunt Bauman.

I luoghi

Luoghi storici della città, da Palazzo Vecchio a Santa Croce, dalla Biblioteca del Palagio di Parte Guelfa al Teatro Verdi, faranno da cornice agli appuntamenti del Festival delle Generazioni, che verrà inaugurato giovedì 13 ottobre alle 15 al Teatro Verdi con un evento speciale dedicato alle migrazioni animato dalla performance di Venti Lucenti, in cui trenta attori e dieci musicisti irromperanno in platea per poi spostarsi davanti a Palazzo Vecchio dove, alle 18, in Sala d’Arme, sarà allestita la mostra multimediale “Oltre le generazioni”, curata da Lorenzo Garzella e Filippo Macelloni e coprodotta da Anteas.

gli eventi

Molti saranno inoltre gli eventi speciali, tra cui le cinque “(Pre)visioni X il futuro” su società, scienza e salute con il sociologo Zygmunt Bauman, l’astrofisica Sandra Savaglio, il presidente dell’Istituto superiore della sanità Gualtiero Walter Ricciardi, il matematico Piergiorgio Odifreddi e il direttore di Amnesty International Italia Gianni Rufini. “Le interviste impossibili” di un contemporaneo a Dante, Paolo e Francesca, con gli attori Primo Reggiani, David Riondino e Cristiana Dell'Anna e la regia di Francesco Brancatella. Un confronto sull’importanza dell’andare “Oltre” ogni barriera tra l’economista Giulio Sapelli, il sociologo Mario Morcellini, il filosofo Leonardo Caffo, l’atleta olimpionica Ayomide Folorunso, l’attore e giornalista Andrea Purgatori e Giulio Sandini, direttore di ricerca all’Istituto italiano di tecnologia. Attesi anche i vincitori dei premi Strega e Campiello per appuntamenti all'insegna della letteratura. La serietà dei temi sarà smorzata dalle incursioni irriverenti di Dario Vergassola. 

Diversi gli eventi che animeranno i tre giorni del festival in cui gli ospiti, lo staff e i cittadini saranno fotografati dal professionista Pippo Onorati che appenderà gli scatti a Santa Croce per postarli poi sui social netwotk. Dalla fotografia alla street art con Exit/Enter e la sua opera interattiva “Home”, che sempre in piazza Santa Croce si potrà arricchire, donando due euro alle vittime del terremoto in centro Italia. Sabato 15 si potrà invece fare un viaggio a bordo di un antico treno a vapore di inizio Novecento da Pistoia a Firenze.

Tutti gli appuntamenti sono a ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria sul sito. Programma su www.festivaldellegenerazioni.it.

12 ottobre 2016
articoli correlati

Fiera di Scandicci 2017: in programma oltre 200 eventi

Tutto quello che dovete sapere sulla Fiera di Scandicci: date, orari, novità 2017 e l’immancabile Fierone. Quest’anno arriva uno spazio a quattro zampe e un’area per restare in forma

'Icché Ci Vah Ci Vole' a Villa Favard

Per 3 giorni musica live, teatro itinerante, street art e arti figurative. ‘Icchè Ci Va Ci Vole’ è un festival organizzato da volontari e realtà associative per valorizzare spazi dimenticati

A Villa Vogel un weeked di yoga, meditazione e massaggi

Il 10 e 11 giugno, nel parco di Villa Vogel a Firenze, la quarta edizione di ‘Csen in Harmonia’ , due giorni per provare gratuitamente tante attività legate al mondo dello yoga e delle discipline olistiche
quartieri di firenze
Primo piano

Chi sono i super influencer di Firenze

Corteggiati dal marketing, seguitissimi sui social, soprattutto dai giovani. Chi sono i 3 influencer più attivi di Firenze? Li abbiamo incontrati per capire qual è il segreto del loro successo
news
Focus
Agenda
Trend
Cibo
Focus

Fiera di San Luca: a Impruneta l’edizione 2017

8 giorni di eventi, per una festa millenaria: cibo, eventi culturali, mercato del bestiame e la gara tra i rioni. In occasione della Fiera di San Luca apre anche il percorso Impruneta sotterranea

Vendemmia 2017 in Toscana: previsioni agrodolci

Per l’annata 2017 dagli scaffali scompariranno in media 2 bottiglie su 5. Siccità e gran caldo hanno ''ristretto'' la vendemmia in Toscana. le previsioni sul vino che sarà

Classica e jazz: 2 rassegne da non perdere

Dalle note barocche fino ai mostri sacri del jazz internazionale. Tra la Pergola e la Sala Vanni di Firenze una serie di appuntamenti musicali da non perdere

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina