lunedì 28 maggio 2018

Nuova viabilità per la stazione

Al via nella prima metà di marzo gli ultimi lavori della linea 3 della tramvia in via Valfonda e nella zona della stazione. Ecco i cambiamenti in arrivo
Redazione

Scatteranno nella prima metà di marzo gli ultimi cantieri della linea 3 in via Valfonda e nella zona della stazione. Si tratta della realizzazione dei binari in piazza Bambine e Bambini di Beslan, via Valfonda fino alla stazione dove la linea 3 si ricollegherà con i binari della linea 1.

i lavori

I lavori prima riguarderanno i sottoservizi, poi la realizzazione della sede tramviaria e comporteranno, tra l’altro, la chiusura di una corsia in via Valfonda e quindi la riorganizzazione della viabilità nella zona. Ieri il nuovo assetto è stato presentato dall’assessore alla mobilità Stefano Giorgetti e dai tecnici della Direzione Mobilità. Un nuovo assetto che - spiegano da Palazzo Vecchio - si basa su due capisaldi: via Valfonda sarà utilizzata in uscita, via Nazionale in entrata all’area della stazione ma con una divisione dei flussi in ingresso. Via Nazionale sarà dedicata in particolar modo ai mezzi pubblici, i mezzi privati saranno indirizzati su itinerari che sfrutteranno la viabilità secondaria a destra e sinistra della strada a seconda della destinazione finale: a sinistra per chi è diretto al mercato centrale, a destra per chi invece è diretto verso la stazione.

l'assessore

“Sarà interdetto il transito di attraversamento, ovvero quello dei mezzi che utilizzano il nodo stazione per raggiungere soprattutto l’Oltrarno, con la porta telematica che sarà installata in piazza della Stazione all’altezza delle scalette - spiega l’assessore Giorgetti - Inoltre grazie al cambio di senso dell’ultimo tratto di via Santa Caterina d’Alessandria da via XXVII Aprile verso i viali e all’istituzione della nuova porta telematica in via Nazionale all’altezza di via Guelfa, sarà possibile ridurre drasticamente i veicoli privati in transito in via Nazionale”.

il nuovo assetto

Il nuovo assetto della viabilità scatterà contestualmente con l’avvio dei primi cantieri, tra la prima e la seconda settimana di marzo. “Ma stiamo lavorando per anticipare alcuni provvedimenti già da febbraio, in modo da introdurre le modifiche gradualmente e dare modo ai cittadini di prendere confidenza con le novità. Inoltre – continua Giorgetti – con l’avanzamento dei lavori, e in particolar modo tra 3-4 mesi quando saranno ultimati gli interventi sui sottoservizi, verificheremo la possibilità di attuare aggiustamenti”. “Queste modifiche saranno in vigore per la durata dei cantieri, un anno circa – precisa l’assessore –. Poi saranno ripristinate le viabilità e le aree pedonali. Nell’occasione sarà riorganizzata la ztl protetta da porte telematiche”.

cosa cambia

In dettaglio, i veicoli in transito su via Santa Caterina d’Alessandria provenienti dai viali non potranno proseguire fino a via Nazionale (sarà infatti invertito il senso di marcia nell’ultimo tratto) ma avranno a disposizione due itinerari rispettivamente per il mercato centrale e per la stazione (Kiss&ride e parcheggio) segnalati con apposita cartellonistica.

I veicoli diretti al mercato centrale svolteranno a sinistra in via Bartolommei per rientrare in via San Zanobi e proseguire in via Panicale-via Taddea. L’uscita dal mercato sarà da via Chiara-via Nazionale-via Fiume-piazza Adua-via Valfonda. I veicoli diretti alla stazione e al parcheggio della stazione svolteranno a destra in piazza Indipendenza fino all’incrocio con via Dolfi, poi svoltano a sinistra sulla piazza, costeggiano gli edifici fino all’incrocio con via Ridolfi (incrocio semaforizzato), proseguono in piazza Indipendenza fino a via della Fortezza, rientrano in via del Pratello dove transitano fino a piazza del Crocifisso, proseguono in via Faenza-via Cennini per arrivare in piazza Adua. Da qui accedono al kiss&ride delle Fs (prospiciente alla Palazzina Reale) dove possono sostare gratuitamente per 15 minuti e all’ingresso del parcheggio della stazione utilizzando la corsia interna lato stazione. I veicoli in uscita dal parcheggio della stazione non potranno usare la rotatoria ma dovranno salire sulla rampa dell’ex kiss&ride (biglietteria), riprendere la corsia interna lato ex pensilina e riuscire da via Valfonda. L’itinerario per la stazione/parcheggio stazione è accessibile per chi proviene dal viale Strozzi e da via Dolfi con rientro su piazza Indipendenza.

i provvedimenti

Per istituire la nuova viabilità - viene spiegato ancora - sono stati predisposti una serie di provvedimenti. Prima di tutto la riapertura al transito di piazza Indipendenza su tre lati (da via Santa Caterina d’Alessandria in direzione di via Dolfi, dall’incrocio con via Dolfi all’incrocio con via della Fortezza, dall’incrocio con via della Fortezza a via Nazionale verso quest’ultima). Poi il cambio di senso di un tratto di via Santa Caterina d’Alessandria dall’incrocio con via XXVII Aprile a piazza Indipendenza: la strada diventerà quindi convergente. Ancora l’installazione di due nuove porte telematiche: la prima in corrispondenza delle scalette in piazza Stazione a protezione della corsia riservata al trasporto pubblico e autorizzati (ztl A e B) già istituita; la seconda all’angolo tra via Nazionale e via Guelfa angolo via Nazionale per tutelare la corsia riservata al trasporto pubblico e autorizzati (tra cui ztl A e B) di prossima istituzione. Sarà inoltre spostata la porta telematica che adesso si trova all’inizio di via XXVII Aprile: la nuova collocazione sarà tra via XXVII Aprile e via San Zanobi.

Per realizzare la nuova viabilità previsti alcuni ripristini dei manti e vari cambi di senso nelle strade interessate dai percorsi per stazione/parcheggio e mercato. Ecco i principali.
Via Guelfa: da incrocio con via Montanelli a via Nazionale cambio di senso verso quest’ultima. Via Montanelli: inversione di senso (verso piazza Indipendenza). Via Fiume: inversione di senso (verso piazza Adua). Via Faenza (da piazzetta del Crocifisso a via Cennini): inversione di senso verso via Cennini. Via Cennini (da via Faenza a piazza Adua): inversione di senso verso piazza Adua. Via San Zanobi: da via delle Ruote a via XXVII Aprile verso quest’ultima.

10 febbraio 2017
articoli correlati

Bus e tram: come cambiano i tracciati delle linee Ataf

Quali linee vengono soppresse e quali modificate: Palazzo Vecchio lavora al piano che rivoluzionerà il tragitto degli autobus di Firenze in vista dell'entrata in funzione delle due nuove linee della tramvia

Tram, via alle opere propedeutiche per i cantieri a Porta al Prato

Scattano lunedì 29 febbraio le opere propedeutiche per i nuovi cantieri della linea 2 della tramvia in via Guido Monaco e Alamanni. I lavori dureranno 50 giorni

Tramvia, ''doppi turni per finire entro febbraio 2018''

Parla l’assessore Giorgetti: ''La volontà del Comune è avere le linee 2 e 3 della tramvia in esercizio entro il 14 febbraio 2018''
quartieri di firenze
Primo piano

Cantine aperte 2018: 3 viaggi sulle strade del vino

Torna 'Cantine aperte 2018'. Circa cento aziende vitivinicole apriranno le porte agli appassionati, facendo scoprire, non solo i tesori custoditi nelle botti e nelle bottiglie, ma anche quelli artistici e paesaggistici
news
Zoom
Agenda
Dai quartieri
Curiosità
Focus

Nel paradiso delle rose che fanno impallidire Chanel n.5

Alle spalle del cimitero di Soffiano ci sono 6000 mq completamente ricoperti da vasi di rose "speciali". Scopriamo questo luogo magico e profumatissimo di rose da collezione

Itinera, a Scandicci percorsi golosi a ritmo lento

Passeggiate che ti prendono per la gola: visita ai poderi e alle fattorie, per scoprire le bellezze del territorio e le bontà della tavola. Sulle colline di Scandicci, sette mesi di iniziative per 'Itinera 2018' 

Aperitivo con vista, a Firenze una nuova terrazza panoramica

Musica live ed eventi esclusivi, cocktail ricercati e buffet. Al via la prima stagione di Glance Summer, hotel a 4 stelle a due passi da San Lorenzo, che apre la sua terrazza al sesto piano

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina