mercoledì 17 ottobre 2018

Chi studia nel bicchiere: corsi per sommelier a Firenze

Sempre più persone seguono lezioni per scoprire come degustare e riconoscere un buon vino. Abbiamo sentito 2 associazioni che a Firenze organizzano corsi per aspiranti sommelier: Ais e Fisar
Redazione
Corsi sommelier Firenze assaggiatore vino

Volete seguire corsi per sommelier a Firenze? Preparatevi: per degustare un buon vino ci vuole naso. Il primo scoglio è questo: all’inizio molti non riescono a trovare nel bicchiere tutti gli aromi. Certo alcuni “alunni” hanno più fiuto degli altri, ma anche l’olfatto si allena, parola dei guru della degustazione.

Non tutti i corsi sono uguali

A Firenze  aumenta il numero di chi segue i percorsi per diventare sommelier: ne esistono tanti ma non tutti gli attestati sono uguali, meglio affidarsi alle associazioni maggiormente riconosciute nel settore.

“Negli ultimi anni c’è stato un incremento importante degli iscritti, in particolare giovani - osserva Massimo Castellani, delegato dell’Ais Firenze, l’associazione italiana sommelier che esiste da più di 50 anni – arrivano anche molti stranieri come giapponesi, cinesi e americani che una volta concluso il loro percorso diventano ambasciatori della nostra cultura enologica all’estero”.

Il costo dei corsi per sommelier a Firenze

I corsi prevedono 3 livelli: ogni step prevede una quindicina di lezioni per un costo che varia tra i 500 e i 700 euro.  Alla fine dei tre livelli è possibile sostenere un esame per essere promossi sommelier con tanto di attestato.

Cambia anche il pubblico di aspiranti sommelier, fa notare Lorenzo Sieni, a capo della delegazione della Fisar di Firenze, altra associazione impegnata in questo campo. “Se prima le lezioni erano seguite quasi esclusivamente da professionisti del mondo del vino e della ristorazione –  dice -, oggi il 70 per cento dei partecipanti è rappresentato da appassionati e persone che vogliono capire come riconoscere una buona bottiglia”.

La classe non è acqua

Il pubblico è eterogeneo, si va dal pensionato allo studente, con un boom del pubblico femminile, perché il vino si fa più rosa. Le regole d’oro? “Prima di tutto la teoria, è importante studiare – consiglia Sieni -. La seconda è visitare le cantine, fare degustazioni e andare alla scoperta del mondo del vino: anche quando si è diventati sommelier non dobbiamo perdere”.

6 novembre 2017
articoli correlati

Burger King, all'Isolotto inaugurazione a dicembre

L’apertura è già fissata. Al posto dell’ex Inps di via Foggini arrivano un hamburger-restaurant Burger King e una birreria-griglieria. Ecco come rinasce l'edificio in zona Firenze-Isolotto

Artigianato e Palazzo: dalla Ginori ai food truck

4 giorni per assistere alle dimostrazioni dei maestri artigiani, ma anche per sostenere il Museo di Doccia, che conserva le più belle produzioni firmate dalla manifattura Richard Ginori

Gelato Revolution, 4 giorni dedicati al cibo di qualità

Tra Palazzo Vecchio e il chiostro di Santa Maria Maggiore convegni e laboratori dedicati al gelato e al cibo di qualità
quartieri di firenze
Primo piano

4 progetti per portare la tramvia a Firenze sud e Bagno a Ripoli

Sulla carta si chiama linea 3.2 ed è quel tracciato che farà viaggiare il tram da piazza della Libertà fino a Bagno a Ripoli. Presentate pubblicamente le 4 ipotesi progettuali
news
Focus
Agenda
Arte
Spettacoli
Focus

Da Obihall a TuscanyHall con tanti eventi per il 2019

L'ex Teatro Tenda di Firenze cambia nome (e sponsor): da gennaio diventa Tuscanyhall . Le anticipazioni su concerti e spettacoli della nuova stagione 2019

Stop ai bus turistici in centro, da novembre arrivano i "bussini"

I grandi autobus rossi a due piani non potranno più circolare sulle strade della zona Unesco. Al loro posto ci saranno dei minibus elettrici simili a quelli già utilizzati dall’Ataf

Lucca Comics 2018, le novità in programma

Gli ospiti, le mostre e tutto quello che si potrà trovare dal 31 ottobre al 4 novembre nel centro di Lucca

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina