mercoledì 17 ottobre 2018

Rivoluzione 9999: cosa ha a che fare l'architettura con la disco music?

Al Museo Novecento fino al 28 gennaio trova spazio la monografica dedicata al gruppo di architetti radicali 9999 organizzata insieme a Fondazione Architetti Firenze.
Costanza Tosi

Si aprono le porte del Museo Novecento per la mostra Rivoluzione 9999. Fino al 28 gennaio 2018 sarà possibile visitare la prima esposizione di materiali esclusivamente dedicata al gruppo di architetti radicali 9999.

I radicals 9999

Fondato da Giorgio Birelli, Carlo Caldini, Fabrizio Fiumi e Paolo Galli, il gruppo fu attivo a Firenze dal 1968 al 1972, anni nei quali, i giovani architetti fecero risiedere la loro peculiarità nella volontà di delineare un vero e proprio modello di vita, totalmente fuori dagli schemi.

I progetti nel quotidiano

Un lavoro di progettazione continua, basato sulla libera sperimentazione e sulla pratica artigiana, nelle quali coinvolgevano parenti, amici, ogni pezzo di vita quotidiana, cercando di ridefinire forme e linguaggi dell’architettura negli anni che videro nascere l’era elettronica e la massificazione dei consumi.

Materiali inediti, un viaggio nell'architettura sperimentale

Oggi Museo Novecento, in collaborazione con Fondazione Architetti Firenze organizza la monografica con materiali inediti tra cui documenti, videointerviste e fotografie. Nel percorso il racconto in varie forme dei viaggi formativi in Nord America, India e Londra del gruppo, ma anche l’Happening su Ponte Vecchio del 1968 e il processo di costruzione a Firenze della discoteca Space Electronic. Lo spazio contenente tale lavoro e situato accanto alla sezione monografica dedicata, dal Museo Novecento, proprio all’architettura radicale, fornisce un’importante occasione per presentare materiali inediti, tra cui scatti e filmini in Super8 realizzati da Mario Preti, le fotografie del Living Theatre, le interviste ai singoli architetti del gruppo raccolte da Elettra Fiumi all’interno del film da titopo “A Florentine man”, dedicato al padre Fabrizio.

La convenzione con Palazzo Strozzi

L’evento è organizzato in concomitanza con Utopie Radicali, alla Strozzina. Pertanto, presentando il biglietto della mostra di Palazzo Strozzi, si ha diritto ad un biglietto ridotto per Museo Novecento.

30 ottobre 2017
articoli correlati

Come sarà la nuova uscita delle Cappelle Medicee foto

Il progetto vincitore del concorso internazionale: nasce una nuova piazzetta e i servizi per i visitatori vanno sotto terra

Il Castello del Brunelleschi è in vendita

Progettato dal padre della Cupola del Duomo di Firenze, il Castello di Oliveto a Castelfiorentino è in cerca di un nuovo padrone di casa. E in vendita c'è anche un intero borgo

Cina in mostra alle Murate foto

Una mostra, performance di artisti cinesi e un calendario di eventi collaterali. Le Murate - Progetti Arte Contemporanea dà il via al terzo appuntamento del ciclo ‘Global identities’
quartieri di firenze
Primo piano

4 progetti per portare la tramvia a Firenze sud e Bagno a Ripoli

Sulla carta si chiama linea 3.2 ed è quel tracciato che farà viaggiare il tram da piazza della Libertà fino a Bagno a Ripoli. Presentate pubblicamente le 4 ipotesi progettuali
news
Focus
Agenda
Arte
Spettacoli
Focus

Da Obihall a TuscanyHall con tanti eventi per il 2019

L'ex Teatro Tenda di Firenze cambia nome (e sponsor): da gennaio diventa Tuscanyhall . Le anticipazioni su concerti e spettacoli della nuova stagione 2019

Stop ai bus turistici in centro, da novembre arrivano i "bussini"

I grandi autobus rossi a due piani non potranno più circolare sulle strade della zona Unesco. Al loro posto ci saranno dei minibus elettrici simili a quelli già utilizzati dall’Ataf

Lucca Comics 2018, le novità in programma

Gli ospiti, le mostre e tutto quello che si potrà trovare dal 31 ottobre al 4 novembre nel centro di Lucca

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina