venerdì 20 aprile 2018

Rivoluzione 9999: cosa ha a che fare l'architettura con la disco music?

Al Museo Novecento fino al 28 gennaio trova spazio la monografica dedicata al gruppo di architetti radicali 9999 organizzata insieme a Fondazione Architetti Firenze.
Costanza Tosi

Si aprono le porte del Museo Novecento per la mostra Rivoluzione 9999. Fino al 28 gennaio 2018 sarà possibile visitare la prima esposizione di materiali esclusivamente dedicata al gruppo di architetti radicali 9999.

I radicals 9999

Fondato da Giorgio Birelli, Carlo Caldini, Fabrizio Fiumi e Paolo Galli, il gruppo fu attivo a Firenze dal 1968 al 1972, anni nei quali, i giovani architetti fecero risiedere la loro peculiarità nella volontà di delineare un vero e proprio modello di vita, totalmente fuori dagli schemi.

I progetti nel quotidiano

Un lavoro di progettazione continua, basato sulla libera sperimentazione e sulla pratica artigiana, nelle quali coinvolgevano parenti, amici, ogni pezzo di vita quotidiana, cercando di ridefinire forme e linguaggi dell’architettura negli anni che videro nascere l’era elettronica e la massificazione dei consumi.

Materiali inediti, un viaggio nell'architettura sperimentale

Oggi Museo Novecento, in collaborazione con Fondazione Architetti Firenze organizza la monografica con materiali inediti tra cui documenti, videointerviste e fotografie. Nel percorso il racconto in varie forme dei viaggi formativi in Nord America, India e Londra del gruppo, ma anche l’Happening su Ponte Vecchio del 1968 e il processo di costruzione a Firenze della discoteca Space Electronic. Lo spazio contenente tale lavoro e situato accanto alla sezione monografica dedicata, dal Museo Novecento, proprio all’architettura radicale, fornisce un’importante occasione per presentare materiali inediti, tra cui scatti e filmini in Super8 realizzati da Mario Preti, le fotografie del Living Theatre, le interviste ai singoli architetti del gruppo raccolte da Elettra Fiumi all’interno del film da titopo “A Florentine man”, dedicato al padre Fabrizio.

La convenzione con Palazzo Strozzi

L’evento è organizzato in concomitanza con Utopie Radicali, alla Strozzina. Pertanto, presentando il biglietto della mostra di Palazzo Strozzi, si ha diritto ad un biglietto ridotto per Museo Novecento.

30 ottobre 2017
articoli correlati

Arte, 'Rivoluzione 9999' concede il bis

Prorogata la mostra del Museo Novecento e della Fondazione Architetti Firenze dedicata al gruppo di architetti 9999

Quando allo Space recitava Dario Fo

Il 27 ottobre comincia Rivoluzione 9999, mostra monografica organizzata da Museo Novecento insieme a Fondazione Architetti Firenze e dedicata al gruppo di architetti radicali fiorentini.

Loggia dei Bianchi, pezzo di storia dimenticato

A Careggi, vicino alle cappelle del commiato, esiste un piccolo oratorio, oggi abbandonato. Storia e origini della Loggia dei Bianchi: una testimonianza del nostro passato che andrebbe valorizzata
quartieri di firenze
Primo piano

Gelato Festival 2018, i gusti in gara a Firenze

Dalla crema di Prato al ‘Ginger Power’ fino ai gusti buoni anche per chi è intollerante al latte: per 3 giorni al piazzale Michelangelo si potranno assaggiare le creazioni di 16 gelatieri
news
Con dolce forza - Mostra Bagno a Ripoli
Zoom
Agenda
Area metropolitana
Curiosità
Focus

Cos’è il consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno

Sono in arrivo le nuove ‘bollette’ per il contributo di bonifica: saranno recapitate a 500mila cittadini tra Firenze, Prato e Pistoia

Meteo pazzo: quanto sono affidabili le previsioni del tempo?

Esistono previsioni che ci 'azzeccano' sempre? Quali sono le più attendibili e quanti giorni coprono? Non esistono più le mezze stagioni? Le risposte alle domande più comuni sul meteo

Casa Guidi, dimora-museo per vacanze d'altri tempi

3 stanze sono aperte al pubblico 8 mesi l’anno, il resto della dimora storica può essere affittato per una vacanza d’altri tempi. Viaggio dentro Casa Guidi, piccolo gioiello dell’Oltrarno fiorentino

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina