mercoledì 17 ottobre 2018

Viola ai quarti di Coppa Italia grazie a un rigore all’ultimo minuto

L’ottavo di finale di Coppa Italia tra Fiorentina e Sampdoria è stato vinto dalla squadra viola sul filo di lana grazie ad un rigore di Veretout. La Fiorentina il 26 dicembre, nei quarti di finale, affronterà la vincente di Lazio-Cittadella
Simone Spadaro

Cinque reti, di cui tre rigori (due per i viola ed uno per la Samp) per l’ottavo di finale vinto dalla Fiorentina ai danni dei blucerchiati. Poco turnover da parte dei due allenatori con Pioli che schiera Dragowski in porta e Babacar in attacco con Saponara a centrocampo. Anche Giampaolo schiera il secondo portiere Puggioni, sceglie Capezzi a centrocampo e Caprari in attacco.

Primo Tempo

Due passaggi e la Fiorentina va subito in gol. Babacar è ben servito in profondità da Benassi, si presenta davanti a Puggioni e lo infila per l’1-0. All’11’ la Samp approfitta di uno svarione di Sanchez. E’ Zapata a tentare il contropiede ma viene fermato da Pezzella. Al 33’ Veretout batte un angolo corto per Saponara che crossa per Pezzella. Il difensore riesce a colpire di testa la sfera che lambisce il palo e si perde sul fondo. Al 39’ arriva il pareggio per gli uomini di Giampaolo. Un angolo viene battuto da Sala che va al tiro cross. Trova il pallone Barreto che a due metri dalla porta sigla l’1-1 dopo che l'arbitro va a consultare il Var. Si va al riposo con una situazione di parità.

Secondo Tempo

La ripresa vede ancora la Fiorentina in avanti. Al 59’ un cross di Saponara trova in area di rigore Babacar che viene steso da Regini. L’arbitro Abisso non ha dubbi e indica il penalty che Veretout non sbaglia per il 2-1 viola. La Sampdoria non si arrende ed al 61’ Alvarez ha l’occasione di pareggiare su punizione. Il giocatore blucerchiato serve Torreira che gira la sfera sul primo palo ma Astori spazza. Al 68’ Ramirez innesca Barreto ma il tiro viene deviato in angolo da Dragowski. Sul tiro seguente è ancora Barreto a colpire una traversa. Al 70’ punizione di Caprari ed ancora un palo. Al 77’ arriva il pareggio blucerchiato. Astori entra in ritardo su Ramirez e commette fallo. L’arbitro Abisso non ha dubbi e concede il tiro dagli undici metri che lo stesso Ramirez concretizza in rete. E’ il 2-2. All’85’ Astori serve Benassi, il cross serve Simeone che filtra tra la difesa genovese fino a Chiesa che non riesce a concludere davanti a Puggioni. All’88’ fallo di mano di Murru in area di rigore. Dopo il consulto del Var la decisione di concedere ancora un rigore alla Fiorentina. Di nuovo Veretout realizza fissando il risultato finale sul 3-2. Il 26 dicembre la Fiorentina giocherà i quarti di finale affrontando la vincente di Lazio – Cittadella.

L’allenatore

Soddisfatto Stefano Pioli a fine gara. “Abbiamo un gruppo con un buon potenziale e noi dobbiamo sfruttarlo al massimo e capire quali giocatori faranno parte del progetto futuro. Babacar – aggiunge – ha avuto qualche nel prepartita e poi l’ho dovuto sostituire. Veretout si è adattato subito al calcio italiano ed è un giocatore che nell’uno contro uno è difficile da superare”.

13 dicembre 2017
articoli correlati

Fiorentina, un passo indietro

Non basta un assalto finale, la Fiorentina esce sconfitta dallo stadio Olimpico ad opera di una Lazio che vince grazie ad un gol di Ciro Immobile

L’ultimo saluto a Davide Astori

Un’atmosfera irreale, commossa e partecipe. Il record di pubblico (in oltre 34.000 sugli spalti, di cui 1.700 provenienti dal Benevento) per la prima gara della Fiorentina all’Artemio Franchi senza il suo capitano Davide Astori. Una partita, contro i sanniti, giocata col dolore in cuore. Una giornata difficile per la società viola e per i tifosi che hanno voluto onorare dopo i funerali di giovedì scorso lo sfortunato giocatore morto domenica scorsa. Tante le coincidenze

E’ morto Davide Astori

Il capitano è stato trovato senza vita nella sua stanza di hotel a Udine. Sospese tutte le partite del campionato di serie A
quartieri di firenze
Primo piano

4 progetti per portare la tramvia a Firenze sud e Bagno a Ripoli

Sulla carta si chiama linea 3.2 ed è quel tracciato che farà viaggiare il tram da piazza della Libertà fino a Bagno a Ripoli. Presentate pubblicamente le 4 ipotesi progettuali
news
Focus
Agenda
Arte
Spettacoli
Focus

Da Obihall a TuscanyHall con tanti eventi per il 2019

L'ex Teatro Tenda di Firenze cambia nome (e sponsor): da gennaio diventa Tuscanyhall . Le anticipazioni su concerti e spettacoli della nuova stagione 2019

Stop ai bus turistici in centro, da novembre arrivano i "bussini"

I grandi autobus rossi a due piani non potranno più circolare sulle strade della zona Unesco. Al loro posto ci saranno dei minibus elettrici simili a quelli già utilizzati dall’Ataf

Lucca Comics 2018, le novità in programma

Gli ospiti, le mostre e tutto quello che si potrà trovare dal 31 ottobre al 4 novembre nel centro di Lucca

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina