mercoledì 17 ottobre 2018

I detenuti di Sollicciano a scuola di presepe

Un gruppo di reclusi diventano presepisti: al via il primo corso per 'natività in miniatura' all'interno del carcere fiorentino di Sollicciano. E per il prossimo anno c'è un progetto in cantiere
Tiziana Alma Scalisi
Presepe carcere di Sollicciano

Un presepio tra le mura del carcere. È quello che si è reso possibile grazie alla collaborazione tra l’Aiap (Associazione Italiana Amici del Presepio) e il carcere di Sollicciano a Firenze e che ha già coinvolto 10 detenuti.

“Un'iniziativa destinata a durare nel tempo – dichiara il Comandante delle guardie penitenziarie della Casa Circondariale di Sollicciano - per trasmettere questa passione anche a tutte le persone detenute che vorranno prendervi parte". Grazie ad alcuni soci AIAP del gruppo di Firenze e Prato ha preso il via il primo corso di arte presepiale a Sollicciano: i detenuti hanno formato una classe e si sono messi al lavoro per la costruzione di presepi che, almeno in questa fase, i reclusi regaleranno alle rispettive famiglie in occasione delle feste di Natale

Il progetto per il futuro: un presepe del carcere

"L'entusiasmo dei partecipanti si è mostrato in maniera crescente sin dalle prime fasi delle lavorazioni ed il grande impegno di ognuno ha portato a risultati che possono definirsi già di tutto rispetto”, aggiunge il comandante. Il progetto prevede una prima fase in cui i detenuti potranno cimentarsi con i materiali da utilizzare, con le attrezzature e con le principali tecniche di costruzione.

“E’ in programma - prosegue il comandante - la costituzione di un laboratorio permanente in cui i detenuti potranno costruire i loro presepi tutto l'anno, per raggiungere, in occasione delle festività dell’anno prossimo, l'ambizioso obiettivo della costruzione di un grande presepio visitabile dai cittadini ma anche la partecipazione a concorsi ed esposizioni. Tra i partecipanti al corso è presente anche qualche detenuto di fede musulmana: un messaggio di pace che va oltre ogni confine e al di là delle ideologie religiose”.

15 dicembre 2017
articoli correlati

I 6 presepi di Firenze da vedere assolutamente

Tradizionali, artistici, in movimento o lucani. Ce n’è per tutti i gusti: guida ai presepi 2017 da visitare in giro per Firenze: dall’Hotel Rivoli fino ai ‘Bassi’ in periferia

Gli 'amici' che vogliono salvare il presepe

Quella del presepe è una tradizione ancora viva? Anche a Firenze è attiva l'associazione Amici del presepio che lavora per preservare questa usanza

A caccia delle luminarie più belle di Firenze foto

Per il Natale Firenze si veste a festa: luci per le strade, alberelli luccicanti, colorati addobbi. Abbiamo fatto un giro con il naso all'insù per scovare lungo le strade le migliori luminarie
quartieri di firenze
Primo piano

4 progetti per portare la tramvia a Firenze sud e Bagno a Ripoli

Sulla carta si chiama linea 3.2 ed è quel tracciato che farà viaggiare il tram da piazza della Libertà fino a Bagno a Ripoli. Presentate pubblicamente le 4 ipotesi progettuali
news
Focus
Agenda
Arte
Spettacoli
Focus

Da Obihall a TuscanyHall con tanti eventi per il 2019

L'ex Teatro Tenda di Firenze cambia nome (e sponsor): da gennaio diventa Tuscanyhall . Le anticipazioni su concerti e spettacoli della nuova stagione 2019

Stop ai bus turistici in centro, da novembre arrivano i "bussini"

I grandi autobus rossi a due piani non potranno più circolare sulle strade della zona Unesco. Al loro posto ci saranno dei minibus elettrici simili a quelli già utilizzati dall’Ataf

Lucca Comics 2018, le novità in programma

Gli ospiti, le mostre e tutto quello che si potrà trovare dal 31 ottobre al 4 novembre nel centro di Lucca

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina