mercoledì 22 agosto 2018

Dedicato a Luca (e a chi viaggia in bici)

La 'rivoluzione sui pedali' è ancora lontana? Dopo la morte di un giovane ciclista, una riflessione sulla Firenze a misura di bici: il nuovo editoriale della direttrice de il Reporter
Francesca Puliti
Firenze ciclabile, bicicletta

Strano mondo quello in cui la notizia della morte di un tuo compagno di liceo ti arriva con un link su Facebook. Strano mondo quello in cui puoi perdere la vita a 34 anni andando a lavoro in bicicletta. Un paio di mesi fa titolavamo il Reporter “Rivoluzione sui pedali”, alludendo a una trasformazione che sembrava a portata di mano, grazie a nuove infrastrutture, iniziative di sensibilizzazione, festival dedicati alle 2 ruote.

La verità è che le strade delle nostre città non sono ancora sicure per chi si sposta sui pedali. Sentiamo spesso dire che l’aereo è il mezzo più sicuro per spostarsi.  Sapete chi c’è in fondo alla
classifica? La bici. Peggio fanno solo moto e motorini. Da ciclista urbana avevo già avuto l’impressione di essere l’ultimo anello della catena alimentare, più a rischio anche dei pedoni.

Recentemente l’Onu ha stabilito che il 3 giugno sarà la giornata mondiale della bici - in Italia la giornata nazionale è il 14 maggio - per promuoverne l’uso ma anche ricordare i diritti di chi la  usa. Forse varrebbe la pena dare una rinfrescata anche ai doveri.

Chi di noi ciclisti di città non si è mai trovato a ridisegnare le righe della strada a piede libero, per risparmiarsi un po’ di fatica? Chi non ha sperimentato almeno una volta la sensazione di essersi giocato il jolly andando contromano in una via stretta del centro storico? Quale possa essere la via più breve per rendere le strade più sicure per chi va in bici non lo so.

Personalmente diffido dai limiti di velocità improbabili e dagli eccessi di imposizioni. Credo piuttosto che si debba continuare a lavorare sull’approccio culturale alla bici, smontare i pregiudizi che la circondano, convincere chi si muove in città che si fa prima e meglio lasciando l’auto in garage. La strada è lunga, in salita e controvento. Ma dobbiamo continuare a pedalare, anche per Luca.

7 maggio 2018
articoli correlati

Riprende la pulizia strade a Firenze

Dopo le 'vacanze' di Ferragosto tornano in azione le auto-spazzatrici per la pulizia notturna lungo le vie di Firenze. A Scandicci e Signa invece niente multe fino al termine del mese

Car sharing: a Firenze arriva Adduma Car (con eco furgoni)

Boom delle auto condivise in città e arriva il quarto operatore: Adduma Car, società siciliana, che porta a Firenze veicoli elettrici e anche furgoni, per traslochi a prova di ztl

Auto, bici e spesa: condiviso è bello... ed economico

Car sharing, bike sharing o addirittura spesa condivisa. A Firenze esplode la moda del ''condiviso'', tra app e piattaforme web. tutto all’insegna della green economy e del risparmio
quartieri di firenze
Primo piano

Marina Abramovic a Firenze, le anticipazioni sulla mostra

È uno degli eventi espositivi più attesi del 2018 in Italia e non solo. A Palazzo Strozzi performance e opere di Marina Abramovic, personalità tra le più controverse dell’arte contemporanea
news
Focus
Da non perdere
In bus
Tempo Libero
Focus

Lo slang fiorentino in una canzone rap dei DuoVa video

Un 'cantante contadino' al microfono e un testo ironico che mette in fila tutti i modi di dire fiorentini. E' 'Radici' il nuovo progetto del gruppo DuoVa che sta riscuotendo successo sui social

La mappa del mare più inquinato della Toscana

Goletta Verde 2018 stila la mappa dell’inquinamento nei mari toscani, passando in rassegna i punti critici della costa e delle spiagge, da Marina di Carrara a Follonica e Orbetello

Posti freschi vicino Firenze: le mete per gite e passeggiate

Laghi, boschi, parchi. D’estate scatta la caccia alla frescura, per un’escursione domenicale o per passare una serata lontano dall’afa. Vi diamo qualche idea

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina