mercoledì 17 ottobre 2018

Povertà, un aiuto per l'educazione dei bambini

Azioni per combattere la povertà educativa dei bambini. Anche in Toscana arriva il progetto 'Ali per il futuro' che offre sostegno alle famiglie in difficoltà con piccoli fino ai 6 anni
Redazione
Ali per il futuro Toscana

Accesso ai servizi educativi a costo zero, laboratori per genitori e bambini, consulenze pedagogiche, attività sportive. Sono alcune delle azioni dal progetto sperimentale per il contrasto della povertà educativa “Ali per il futuro”, finanziato con 2 milioni e mezzo di euro, destinato alle famiglie con in difficoltà o con redditi bassi.

L’iniziativa vede come capofila la cooperativa sociale Società Dolce di Bologna, in partnership con diversi soggetti: dalla cooperazione  all’Università, dagli enti di ricerca e formazione accreditati alle associazioni e agenzie per il lavoro. In Toscana ad attuare il progetto, a Firenze, Scandicci e Livorno, sarà la cooperativa sociale Arca.

Il progetti "Ali per il futuro"

“Attraverso la condivisione di un progetto familiare personalizzato, le famiglie con bambini da 0 a 6 anni, che vivono in situazioni di vulnerabilità sociale, verranno accompagnate in un percorso di miglioramento delle condizioni socio economiche e di crescita e benessere per il bambino – spiega Caterina Segata, della cooperativa sociale Società Dolce – vogliamo rimuovere la disuguaglianza delle opportunità nell’infanzia, abbattendo le barriere che impediscono ai più piccoli di sviluppare competenze e capacità”.

La lotta alla povertà è un problema sempre più pressante nella società italiana, con più di 1
milione e 600 mila famiglie sotto la soglia della povertà assoluta
. Il progetto è mirato a finanziare tanto la lotta contro la povertà educativa che il supporto alle famiglie mirato a dare competenze tecniche alle unità genitoriali non ancora ben inserite nel mondo del lavoro.

Come fare domanda

Tutte le famiglie italiane o straniere con permesso di soggiorno possono presentare domanda di
partecipazione fino al 30 giugno 2018 e i nuclei familiari dovranno avere come requisiti un Isee
pari o inferiore a 15.000 euro, non aver già usufruito del medesimo intervento e avere
almeno un figlio fino ai 6 anni di età. Una volta chiuse le domande, sarà stilata una graduatoria.

" In Toscana, - aggiunge Sura Spagnoli, direttore Area Infanzia della cooperativa sociale Arca – l’offerta rivolta alle famiglie prevede, distribuiti tra Firenze, Scandicci e Livorno, 6 posti di nido d’infanzia e 5 nei servizi di conciliazione 0-3 anni (centri estivi, supporto familiare pomeridiano ecc.), 2 posti di scuola dell’infanzia e 2 nei servizi di conciliazione 3-6 anni, oltre a laboratori per genitori e bambini, consulenze pedagogiche, attività sportive e socializzanti. Ciascuna famiglia beneficerà dell’intervento per due anni”.

A Firenze le strutture coinvolte nel progetto sono il nido d’infanzia Il Koala Blu/scuola dell’infanzia Il Koala Verde e il nido d’infanzia Rosso Canarino, tutti nel Quartiere 4; a Scandicci il nido d’infanzia Alberomago in località Badia a Settimo

Per informazioni è possibile consultare il sito del progetto "Ali per il futuro".

24 maggio 2018
articoli correlati

Firenze Marathon 2018: al via le iscrizioni alla Ginky Family Run

Cambia la location e il giorno della Ginky family Run, la maratona di Firenze ''formato famiglia'': si terrà il sabato alla vigilia dell’evento principale

Festa grande nel parco dell'Argingrosso

Un weekend di eventi per grandi e piccoli nel polmone verde del Quartiere 4. Torna 'Argingrosso di tutti di più', da mattina a sera attività e laboratori a due passi dall'Isolotto

Pigiama party in biblioteca (per piccoli)

Libri, torcia e sacco a pelo: anche i bambini hanno la loro notte, con un pigiama party a base di libri nella biblioteca di Bagno a Ripoli
quartieri di firenze
Primo piano

4 progetti per portare la tramvia a Firenze sud e Bagno a Ripoli

Sulla carta si chiama linea 3.2 ed è quel tracciato che farà viaggiare il tram da piazza della Libertà fino a Bagno a Ripoli. Presentate pubblicamente le 4 ipotesi progettuali
news
Focus
Agenda
Arte
Spettacoli
Focus

Da Obihall a TuscanyHall con tanti eventi per il 2019

L'ex Teatro Tenda di Firenze cambia nome (e sponsor): da gennaio diventa Tuscanyhall . Le anticipazioni su concerti e spettacoli della nuova stagione 2019

Stop ai bus turistici in centro, da novembre arrivano i "bussini"

I grandi autobus rossi a due piani non potranno più circolare sulle strade della zona Unesco. Al loro posto ci saranno dei minibus elettrici simili a quelli già utilizzati dall’Ataf

Lucca Comics 2018, le novità in programma

Gli ospiti, le mostre e tutto quello che si potrà trovare dal 31 ottobre al 4 novembre nel centro di Lucca

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina