lunedì 10 dicembre 2018

I luoghi da scoprire con Secret Florence 2018

Le arti performative contemporanee invadono la città per la terza edizione di Secret Florence tra concentri, performance site specific, proiezioni a ingresso libero o a biglietto ridotto
Redazione
Secret Florence 2018, il programma e i luoghi

Danze nel planetario di Firenze, performance nel Tepidarium del Roster, concerti nel chiostro del convento  del Carmine, installazioni audiovisive nella casa-studio dell’architetto Savioli. E ancora musica nella Sala Vanni e film alla Compagnia.

Secret Florence 2018 porta spettacoli ed eventi legati al contemporaneo, intrecciando linguaggi diversi, moda e cultura, in 7 luoghi inediti della città o da riscoprire, in occasione di Pitti Immagine Uomo.

La terza edizione si svolge dal 9 al 16 giugno con un’anteprima venerdì 8 giugno in Sala Vanni con l’esibizione di  Peter Broderick, polistrumentista, cantante e compositore statunitense che nel corso della sua carriera ha esplorato differenti generi musicali.

Il cartellone di eventi è organizzato nell’ambito dell’Estate Fiorentina 2018, grazie al sostegno del Comune di Firenze e a Pitti Immagine, in collaborazione con Fabbrica Europa, Lo Schermo dell’Arte Film Festival, il centro di ricerca musicale Tempo Reale, il centro di produzione nazionale Virgilio Sieni e Musicus Concentus (novità di questa edizione con l’arrivo nel programma di Secret Florence del jazz e della musica elettronica).

Secret Florence 2018 - linguaggio contemporaneo Pitti Immagine

Benoît Lachambre. Foto: Karolina Miernik

Secret Florence 2018, il programma e i luoghi

L’anteprima l’8 giugno, alle ore 21.15 in Sala Vanni è dedicata da Musicus Concentus al concerto di Peter Broderick il polistrumentista, cantante e compositore statunitense che nel corso della sua carriera ha esplorato differenti generi musicali, senza mai precludersi nuovi orizzonti e sperimentazioni, vantando collaborazioni come quella con Nils Frahm e arrivando a pubblicare per la prestigiosa Erased Tapes. Biglietto 5 euro più diritti di prevendita (BoxOffice/TicketOne), acquisto in cassa 10 euro.

Il 9, il 13 e il 15 giugno Tempo Reale apre le porte del Planetario di Firenze alla musica sperimentale (sabato 9 giugno, ore 18 e 19, mercoledì 13 ore 19, venerdì 15 ore 19), Paesaggio Notte, sotto il “cielo stellato” del planetario, l'elettronica di Marcus Schmickler, la chitarra elettrica di Elliott Sharp e le percussioni di Francesco Cigana. Biglietto 5 euro.

Il 9 e 10 giugno, alle 21.00, la sala Ghiberti dell’Accademia di Belle Arti, ospita a cura di Fabbrica Europa LIFEGUARD, un'azione coreografica site specific di e con il canadese Benoît Lachambre, in cui lo sguardo, il tatto e il movimento degli spettatori diventano elementi della performance. Biglietto 10 euro.

L'11 giugno, dalle 19.30, al Tepidarium del Roster è la volta di Virgilio Sieni con Le Bagnanti, una performance sulla natura del corpo e dell'umano femminile che, attraverso l'imperfezione della nudità e la presunta armonia del gesto, la grazia, guarda alla materia compresa tra pittura, archeologia e anima del corpo. Ingresso libero con prenotazione obbligatoria.

Il 12 giugno, ore 21.00 la settima arte è protagonista grazie allo Schermo dell’arte Film Festival che al Cinema La Compagnia omaggia Jean-Michel Basquiat a trent’anni dalla sua scomparsa. Il writer che ha portato il graffitismo dalle strade alle gallerie d’arte, è raccontato nella celebre favola postmoderna Downtown 81 interpretata dallo stesso Basquiat, e dal documentario in anteprima italiana Boom for Real: The Late Teenage Years of Jean-Michel Basquiat di Sara Driver appena uscito negli Stati Uniti. Ingresso libero su prenotazione fino ad esaurimento posti.

Il 14 giugno, alle 19 nel chiostro del Carmine adiacente la sala Vanni, Musicus Concentus presenta il duo del pianista Simone Graziano e della violoncellista Naomi Berrill per un'ora di composizioni originali che spaziano dal jazz contemporaneo, al folk, alla musica classica. Concerto in prima nazionale.  Biglietto 5 euro più diritti di prevendita (BoxOffice/TicketOne), acquisto in cassa 10 euro.

In chiusura, sabato 16 giugno, dalle ore 21.30 alle 23.30 Tempo Reale presenta allo Studio Savioli, la casa-studio dell’architetto fiorentino al Galluzzo, l’installazione audiovisiva Giuseppe Chiari/La Luce da una partitura del 1966 dell’artista fiorentino, per un’esperienza attiva dello spazio architettonico. Ingresso libero a piccoli gruppi.

30 maggio 2018
articoli correlati

La nuova stagione dell'Orchestra La Filharmonie

L'orchestra under 35 che ha vinto il bando SmArt and Coop 2017 presenta il programma della stagione al TeatroDante di Campi con opere del grande repertorio sinfonico e un progetto dedicato alle scuole    

La Filharmonie trova ‘casa’ al Teatrodante Carlo Monni

Quaranta musicisti, tutti under 35, ed esperienze importanti a livello internazionale. L’orchestra Filharmonie lancia la nuova stagione al Teatrodante Carlo Monni di Campi Bisenzio

Anche San Miniato ha i suoi ‘fochi’ foto

Le immagini dello spettacolo pirotecnico davanti alla terrazza della chiesa di San Miniato in occasione del Millennium Sunset Concert
quartieri di firenze
Primo piano

Le scuole si presentano 2018: a Firenze ''open day'' per 38 istituti superiori

Licei, istituti tecnici e professionali. Nella palestra di viale Malta quasi 40 scuole superiori di Firenze si mettono in mostra per il salone di orientamento promosso dal Comune
news
Focus
Agenda
Attualità
Dalla città
Focus

Una cittadella dell'ortofrutta: ecco il nuovo mercato di Firenze foto

Orti didattici, laboratori e il Mercato delle opportunità: presentato il progetto per il nuovo mercato ortofrutticolo nell'area di Castello. Le immagini

Dodici giorni davanti al pubblico: nuova "re-performance" di Marina Abramovic

Vivere in isolamento e digiuno all'interno della mostra, senza pareti e sempre visibile ai visitatori. La performer Tiina Pauliina Lehtimäki esegue dal vivo "The House with the Ocean View" di Marina Abramovic fino al 16 dicembre

Piazza dell’Isolotto, il progetto per cambiarla foto

Presentato il piano per rifare il look all’agorà dell’Isolotto: spazio a pedoni e bici, una pensilina più grande per mercato ed eventi, un’area giochi e un fontanello di acqua potabile di alta qualità

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina