giovedì 20 settembre 2018

Un progetto partecipato per il parco di San Salvi

È la proposta dell'Ordine degli Architetti e dell'Ordine degli Agronomi e Forestali di Firenze, che mettono a disposizione i loro esperti
Redazione
parco San Salvi progetto

Far rinascere il parco di San Salvi grazie a un progetto partecipato. E gli esperti si fanno avanti per dare una mano e progettare in modo volontario il nuovo volto di quest’area verde di Firenze, di recente tornata al centro della cronaca e da tempo in stato di generale degrado.

La proposta arriva dall'Ordine degli Architetti di Firenze e dall'Ordine dei dottori Agronomi e dottori Forestali di Firenze, un po’ come già fatto con i due parchi dell’Anconella e di Bellariva, distrutti da una violenta tempesta nel 2015. In pratica i due ordini si propongono per mettere in campo le migliori competenze professionali cittadine, in maniera volontaria, per produrre l’analisi e la progettazione partecipata degli spazi aperti dell'area.

Già qualche anno fa, viene spiegato dalle organizzazioni, i due Ordini avevano manifestato alla direzione della Asl 10 la propria disponibilità a coordinare un progetto partecipato per valorizzare gli spazi aperti dell’ex manicomio. “La stessa Asl aveva valutato favorevolmente l'opportunità, ma la concretizzazione dell’accordo, sempre valido per i due Ordini professionali, ad oggi stenta ancora”, si legge in una nota.

L'idea per "salvare" il parco di San Salvi

Il metodo proposto si articolerebbe in più fasi, con la partecipazione dei cittadini e dei soggetti portatori di interesse per garantire la massima inclusione possibile nella stesura del progetto e con la redazione di “masterplan”, anche con più ipotesi progettuali relative alla ricostruzione del sistema degli spazi aperti di San Salvi, in relazione alla sue funzioni attuali e future, dei cambiamenti climatici e ambientali in atto e nello spirito di innovare nel rispetto della tradizione e della storia. Il lavoro elaborato sarà frutto di workshop organizzati dai due Ordini, che vedranno la partecipazione degli iscritti coordinati da una figura qualificata di riferimento.

Solo un progetto può sottrarre San Salvi dallo stato in cui versa – sottolineano Serena Biancalani e Lara Roti, rispettivamente presidenti di Ordine degli Architetti di Firenze e Ordine dei dottori Agronomi e Forestali di Firenze – piuttosto che vigilantes e recinzioni, quello che proponiamo è un progetto che porti nuovi valori per nuove frequentazioni, per valorizzare il parco e restituirlo alla cittadinanza”.

20 giugno 2018
articoli correlati

La casa del futuro è bio e contro gli ecofurbi

Tecnologie per il risparmio energetico, materiali 'eco' perché ottenuti da scarti alimentari e agricoli. La casa si fa green grazie alla bioedilizia

A Firenze arriva la bicipolitana!

In progetto 4 linee colorate per 18 km in più di asfalto rosso nei prossimi 2 anni 

Come diventerà piazza dei Ciompi

Addio al mercatino delle pulci, spostato in Largo Annigoni, in piazza dei Ciompi sarà realizzata un giardino. Il progetto permetterà di svolgere mercatini temporanei
quartieri di firenze
Primo piano

Primo pari viola a Genova

Nel recupero della prima giornata di campionato la Fiorentina pareggia al Luigi Ferraris contro la Sampdoria. Gara a due facce. Primo tempo di marca viola con la rete di Simeone. Ripresa con i blucerchiati che recuperano e pareggiano con Caprari
news
Focus
Agenda
Area metropolitana
In città
Focus

Bistecca alla fiorentina patrimonio Unesco?

Da Firenze arriva la proposta di includere la celebre ‘fiorentina’ nell’elenco dei patrimoni mondiali dell’umanità

Rugby: Italia-Georgia al Franchi di Firenze

Il grande rugby arriva in città per il primo dei Cattolica Test Match 2018. Già iniziata la vendita dei biglietti

Un nuovo concept di Erboristeria nasce all'Isolotto

Inaugura il 20 settembre l'Erboristeria Isolotto Store con tante iniziative dedicate ai clienti: incontri con specialisti di nutrizione, fitoterapia, psicologia, floriterapia, fitocosmesi e tanto altro

multimedia

Foto Video
↑ inizio pagina